Antichi ricordi

La bandella Ribica

Costituita da simpatici suonatori di Rivera, Bironico e Camignolo, la bandella Ribica (ora sciolta) è qui rappresentata durante una trasferta a Treccione, sopra Menaggio, in occasione di una festa di paese, alla quale il gruppo musicale aveva portato bella musica e allegria unitamente a una delegazione della pro Massagno.

La vecchia sede della protezione animali

Ecco una rara fotografia del 1981 con l'allora piccola sede della società protezione animali Lugano e dintorni, in zona gas a Cornaredo. Nell'immagine si riconosce la bravissima signora Neukomm di Vernate con un collaboratore, accanto alle auto di servizio utilizzate per il trasporto di piccoli animali e bestiole ferite. Dietro si scorgono i locali adibiti a ufficio, archivio e schedario; un altro spazio fungeva da reparto quarantena per i trovatelli. A lato il gattile e il canile provvisorio, dove venivano portati gli animali recuperati o catturati dalla polizia, in attesa del proprietario. La signora Neukomm era preziosissima: ha dedicato tantissime ore agli animali, con passione e amore. Grazie a un prezioso lascito, la protezione animali Lugano e dintorni potè comperare una proprietà in località Dosso di Taverne. Il presidente di allora, il compianto architetto Marco Ortelli di Pregassona, si dedicò con competenza all'opera di bonifica, facendo riattare un vecchio stabile, assai spazioso e circondato da un bellissimo parco. La struttura, battezzata «Fiore azzurro», disponeva di box riscaldati, voliere, biotopo, uffici e locali per il guardiano.

Scuola reclute invernale nel 1953 a Bellinzona

Gastone Besomi di Tesserete ci affida questa fotografia scatatta a Bellinzona in occasione della scuola reclute invernale del 1953: è la folta sezione fucilieri comandata dall'allora tenente Paolo Poma (al centro della seconda fila). Besomi invita i lettori che si riconoscessero e che desiderassero riceverne una copia a contattarlo allo 091 943 28 93. Sul retro della fotografia sono annotati alcuni nomi: Gino Boschetti di Ponte Tresa, Natale Balmelli di Massagno, Vasco Giorgetti di Montagnola, Giuseppe Riva di Lugano, Giulio Guerra di Moneto, Adriano Roda di Taverne, Guido Quadri di Pregassona.

Condividi
su Facebook - su Twitter