Antichi ricordi

Nel 1943 due consiglieri federali in Ticino

Le due fotografie che pubblichiamo appartenevano a Ferdinando Ré, di Lugano, e si riferiscono al periodo della mobilitazione 1939-1945. Sono state trovate dai figli in un vecchio quaderno finito in cantina dopo il decesso del padre avvenuto nel 1966. Una delle foto, in particolare, assume importanza generale quale testimonianza della visita, nel 1943, di ben due consiglieri federali in Ticino. Si tratta dell'on. Enrico Celio, in quell'anno presidente della Confederazione, e dell'on. Karl Kobelt, responsabile del dipartimento militare federale. I due consiglieri federali sono seduti, all'interno della vettura di rappresentanza, con il comandante di corpo d'armata Renzo Lardelli. Il signor Ferdinando Ré possedeva la fotografia, non si sa scattata da chi, perché, durante l'intero periodo della mobilitazione, fu autista personale del comandante di corpo d'armata Renzo Lardelli.
Le foto portano l'unica didascalia: Preonzo 1943. Non si chiariscono gli obiettivi della visita di una delegazione di così alto livello ma è probabile che, visti i tempi difficili vissuti allora dal nostro cantone, si trattasse di un'ispezione alle fortificazioni militari contro un eventuale attacco da sud. Nel 1943 la seconda guerra mondiale imperversava alle nostre frontiere: a nord la Svizzera era circondata dalla Germania nazista, a est dall'Austria annessa alla Germania dopo l'Anschluss, a sud dall'Italia fascista e ad ovest dalla Francia in parte occupata dai tedeschi e in parte retta dal governo collaborazionista del generale Pétain. Un eventuale attacco da sud non poteva essere escluso a priori ed è probabile che la visita avesse lo scopo di ispezionare le difese. La seconda fotografia mostra la Dodge bianca di rappresentanza, di proprietà del governo svizzero, condotta dal signor Ferdinando Ré.

Quinta elementare di Loreto nel 1955-1956


Sfogliando tra i vecchi ricordi, Alfredo Polli di Taverne ha trovato questa istantanea, che ritrae la quinta classe elementare del maestro Poretti nel 1955-1956 alla scuola di Loreto. Si riconoscono, da sinistra, nella fila in alto: Hans Dermont, ? Wicki, Graziella Magnoni, Alcide Bernasconi e Carlo Steffanina. Nella fila centrale: Stefano Ehrensperger, Sandro Isella, ???, ? Taglioni, Sandro Patuzzo e Giacomo Roncoroni. Davanti, in prima fila: Mauro Gandolla, Pierluigi Berta, Alfredo Polli, Franco Ackermann, Dick Marti.

Don Guido lasciava la val Colla nel 1964


Silvana Bassi di Cimadera ci affida per la pubblicazione questa straordinaria immagine scattata nel 1964 a Colla. Numerose persone sono riunite sul piazzale davanti all'oratorio di San Lazzaro per salutare don Guido Marzaro. Giunto in val Colla nel 1949 è stato parroco di Colla, dove risiedeva, e di altri paesi della valle fino al 1964, quando fu trasferito a Ponte Tresa. «È stato un parroco stimato – osserva Silvana, nipote di don Guido – un uomo di polso, che durante il suo ministero, oltre ad occuparsi della vita pastorale, ha provveduto alla sistemazione di chiese e oratori che si trovavano in cattivo stato».

Condividi
su Facebook - su Twitter