Antichi ricordi

La quinta elementare di Besso del maestro Bernasconi

Questa fotografia risale al 1963 e ritrae gli alunni della V classe delle elementari di Besso con il maestro Egidio Bernasconi. Siamo un gruppetto di ex allievi. Appena ci siamo incontrati, dopo tutti questi anni – oltre mezzo secolo – subito ci siamo ritrovati a ridare i nomi ai volti e a ricordare qualche aneddoto. Ad esempio i premi e castighi del maestro: il Buono per un compito, il Volo spaziale, la Notizia, la Firma,… Alcuni hanno sfogliato le raccolte dei quaderni di terza, quarta o quinta elementare, ritrovato il «libro dei ricordi» o altre fotografie di quegli anni. Nel frattempo insieme siamo riusciti a ricostruire quasi tutti i 35 nomi e cognomi dei bambini che siamo stati.

Ci siamo accorti che ognuno ricorda qualcos'altro, che ogni ricordo condiviso ne suscita dei nuovi e che ci si stupisce al fresco riemergere di vecchie immagini mentali: senza esserne coscienti, in qualche oscuro angolo di memoria le conservavamo, pur non riuscendo a volte ad attingervi da soli. Ora vorremmo condividere questa emozione con altri compagni. Ti riconosci? Vuoi partecipare con il tuo bagaglio di ricordi al prossimo incontro? Vorremmo ritrovarci in autunno e ci rallegriamo di allungare il tavolo. Puoi scriverci una mail oppure anche per posta convenzionale. Questi i due recapiti: spoerlelena@gmail.com, Elena Spoerl Vögtli, via Torello 26, 6913 Carabbia.

Scuola reclute invernale fant mont 209/1964

Ci troviamo a Bellinzona, nella nuova caserma comunale, sabato 14 novembre 1964. Chiamati alle armi lunedì 20 luglio dello stesso anno, un'ottantina di baldi giovani, allora ventenni, sono stati licenziati dopo 18 settimane (118 giorni) di servizio incorporati nella IV Compagnia pesante agli ordini del l° ten Augusto Mordasini, che pagava il grado di capitano. Le due sezioni lanciamine erano ai comandi del ten Adriano Rasman (prematuramente scomparso) e del tenMauro Bernasconi,mentre quella del treno del ten Emanuel Hess. Sottufficiali superiori in pagamento del grado il furiere Bruno Denti e il sgtm Dario Cerutti. Nella foto del mitico Carletto Piccaluga (fotografo di piazza d'armi), nella fila centrale leggermente a destra del comandante di compagnia, si riconosce l'allora caporale Sergio Romaneschi, già all'inizio di una brillante carriera militare raggiungendo il grado di colonnello di stato maggiore generale e attualmente comandante dei Volontari luganesi.

Un incontro commemorativo avrà luogo giovedì 11 settembre al forte Mondascia di Biasca, un'occasione per rivedere camerati-reclute dimezzo secolo fa e anche per ricordare coloro che purtroppo ci hanno già lasciati.
Iscrizioni obbligatorie entro il 31 agosto a Pietro Bernardini allo 076 388 56 83, oppure a pietro.bernardini@bluewin.ch; via delle aie 14, 6900 Lugano.

Condividi
su Facebook - su Twitter