Antichi ricordi

Silvagni, una famiglia operosa di Viganello

Il 1° giugno scorso ha cessato l'attività, in via Merlina a Viganello, il Garage Silvagni, dapprima Volvo e Honda e in seguito, dal 2002 diventa Silvagni automobili Sa. Era stato aperto nel 1963 da Giordano Silvagni, che l'ha gestito per oltre cinquant'anni. Egli si era formato come meccanico al garage Mazzuchelli a Paradiso, dove ha svolto l'apprendistato, per poi proseguire al garage Guscio a Cassarate. Infine la decisione di mettersi in proprio, avviando un'attività che gli ha procurato tante soddisfazioni. Nel 1976 consegue la maestria federale di meccanico d'automobili. I nonni Antonio Silvagni e Augusta, nata Ceccoli, avevano preso casa all'inizio del 1900 a Viganello e si erano dedicati al commercio di legname, carbone, materiale da costruzione e più tardi alla preparazione di mattoni per l'edilizia. Al trasporto provvedevano con propri automezzi. Nino, il loro primogenito e padre di Giordano, frequentate le scuole a Viganello e svolti corsi commerciali all'Istituto Elvetico, si era affiancato al padre, coadiuvandolo nella gestione della ditta, che nel frattempo si era indirizzata verso il trasporto di materiale da costruzione. Proveniente in buona parte dalle cave di Caprino, giungeva tramite barconi alla Lanchetta di Cassarate, dove veniva scaricato e destinato ai diversi cantieri.

Antonio Silvagni con le nipotine Silvana e Yvonne di fronte alla casa paterna in via Merlina a Viganello.

Operai caricano mattonelle sul camioncino in via Merlina. Lo stabile a destra accoglieva la conceria Beretta-Piccoli. A sinistra, casa Pizzagalli.

Giordano Silvagni davanti al suo garage in via Merlina, aperto nel 1963 e chiuso definitivamente lo scorso giugno.

Nel nucleo di Carona. In basso a sinistra, appoggiato all’autocarro, Antonio Silvagni; a destra (con le mani sui fianchi) il cugino Bruno. A sinistra seduto sui sacchi, Nino Silvagni.

Condividi
su Facebook - su Twitter