Antichi ricordi

A Viganello 75 anni di basket

L'Associazione Basket Viganello, fondata il 9 settembre 2004, è diretta discendente dell'As Viganello, società storica del basket cantonale di cui ricorre quest'anno il 75.mo. Debuttò nel 1942 con una squadra femminile, affiancata l'anno seguente da una maschile. Il Viganello si è aggiudicato un campionato di Lega nazionale A e due Coppe svizzere: la prima nel maggio del 1977, vinta ai supplementari contro il Pregassona al palazzetto di Mezzovico davanti a 4mila spettatori; la seconda nel 1980, anno in cui si aggiudicò pure il titolo svizzero. Non sono mancati i periodi difficili, come nel 1960 quando alcune partenze (Ariata, Carina...) indebolirono la società.

La quale si riprese l'anno seguente, quando con il presidente Luigi Roda, arrivarono nuovi dirigenti (Pina, Giordano e Mario Maffi, Mario Canuti) e giocatori (Fredy Arioli, Romeo Zali, Geo Balmelli e Canuti...). L'Associazione basket Viganello dispone oggi di una squadra Cadetti U16 e Scolari U14 e formazioni miste di Minibasket (U12, U10 e U8). Nella foto: la squadra finalista di Coppa svizzera nel 1946-1947. In piedi (solo i giocatori) si riconoscono: Mornata, Gadoni, Pozzi, Regazzoni e Tonelli; accosciati: Buselli, Costa, Arrigo, Boffi e Luraschi. (da «Viganello, passeggiata e festa», a cura di Emilio Rissone, Giampiero Casagrande editore).

Sal juniori ai campionati svizzeri di Ginevra nel 1950

È stata una trasferta indimenticabile quella che Luigi Carletti, classe 1930, luganese di Besso ora residente a Ginevra, ricorda mostrandoci questa bella fotografia risalente al 7 maggio 1950. Il giovane Carletti militava a quel tempo nella squadra juniori di pallacanestro della Sal. Fu un anno importante per i cestisti luganesi, che si qualificarono ai campionati svizzeri in programma al Parc des eaux-vives di Ginevra. L'immagine che pubblichiamo è stata scattata proprio in occasione di quell'evento.

Si riconoscono, in piedi da sinistra: Alfredo Arioli, Giorgio Bianchi, ???, Claudio Cornara, Luciano Mosca, Alberto Pescini (vestito in abito normale perché infortunato) e Luigi Carletti. Accovacciati, da sinistra: Luigi Mazzola, Piercarlo Brocca, Renato Bettini, Max Holl, Guido Moretti (dietro Holl), Giordano Delfini e Alberto Tibiletti. Altro dettaglio: i ticinesi portarono a casa un sudatissimo secondo posto.

Condividi
su Facebook - su Twitter