Antichi ricordi

Allievi della scuola maggiore di Molino Nuovo

Scattate nel 1938, queste immagini inviateci da Giordano Belloni, a lungo direttore della scuola di commercio di Lugano e per 19 anni presidente della Sezione Atte del Luganese, inquadrano una scolaresca ripresa davanti all'istituto in città e a Madonna del Piano, verosimilmente in occasione di una gita. Si riconoscono il maestro Edo Rossi e, con i baffi, il direttore Ernesto Pelloni. Giordano Belloni è presente su entrambe le foto: secondo da sinistra nella fila centrale e terzultimo da destra nella fila davanti. Le classi all'epoca erano rigorosamente separate tra maschili e femminili. Se qualcuno riconoscesse altri alunni può segnalarlo alla redazione.

Fratelli Parola con Negri

Guardando la fotografia pubblicata a pagina 39 della Rivista di Lugano dello scorso 4 agosto con la didascalia «Premiazione a Lugano», le quattro figlie di Erminio Parola di Lugano – Franca, Adriana, Livia e Sandra – hanno riconosciuto il loro papà. Indossa camicia bianca e cravatta e si trova a sinistra di Aronne Negri, in maglietta nera. Tutto a destra, con giacca e fazzoletto nel taschino, c'è suo fratello Adriano Parola. Erminio Parola era confettiere-pasticcere alla Saipa in via Nassa a Lugano, nonché co-titolare, e con ogni probabilità conosceva Aronne, che a sua volta aveva fatto il panettiere prima di lavorare sulle auto e sulle biciclette. Erminio Parola era inoltre vicino alle associazioni cittadine (era stato membro del comitato carnevale) e partecipava regolarmente alle manifestazioni che si svolgevano in città.

Condividi
su Facebook - su Twitter