Capitale dei francobolli

Dal 17 al 20 maggio al centro esposizioni cittadino si presenta il fior fiore della filatelia svizzera: vi si tiene infatti Nabalugano2018, di rango 1, riservata a collezionisti particolarmente... agguerriti.

È un avvenimento che entusiasma appassionati, collezionisti, studiosi, storici, esponenti del commercio e delle amministrazioni postali internazionali, ma non lascia indifferente nemmeno coloro che, apparentemente, non sono legati a lente, pinzetta e dentellati. Infatti, NabaLugano2018 prevede numerose iniziative, in parte inedite, che interessano sia filatelisti esperti a tutti i livelli, sia persone di ogni età semplicemente curiose di scoprire aspetti nuovi, o presentati in forma particolare, della nostra storia, della vita sociale, dell'ambiente in generale. Di curiosità a questa esposizione ce ne sono parecchie. NabaLugano2018 offre la possibilità di ammirare i primissimi francobolli svizzeri emessi 175 anni fa dai Cantoni Zurigo e Ginevra e accessibili, in ambienti di alta sicurezza, al Museo della comunicazione a Berna. Le collezioni di annulli ovali, particolarità tutta ticinese, oltre a documenti di grande rarità, ricordano anche al visitatore neofita che una volta nelle località discoste (Isone, Indemini, Cabbio...) sprovviste di uffici postali la corrispondenza veniva avviata all'ufficio postale più vicino, appunto con un annullo ovale.

Il segreto del parco Ciani

Quanti lettori ricordano che il Ticino è stato occupato da truppe napoleoniche del Regno d'Italia? Al Centro esposizioni si possono vedere documenti d'epoca, tra cui la lettera del 6 ottobre 1810 con la quale Bonaparte ordina al Principe Eugenio, viceré del Regno d'Italia, di «occupare il Ticino con una Divisione di 5.000 a 6.000 uomini, con cavalleria, artiglieria, fanteria e un consistente drappello di doganieri e di gendarmeria». Il Corpo dei Volontari luganesi è noto a molti, anche oltre i confini comunali: NabaLugano2018 offre lo spunto per approfondire, con documenti di storia postale, le origini e le vicissitudini di questo gruppo militare. E di ammirare alcuni militi in carne e ossa. Tutti conoscono il parco Ciani: il cancello in ferro battuto figura sul logo della manifestazione e sul francobollo speciale emesso per l'occasione. Pochi sanno che era visualizzato già su un francobollo del 1929. Curioso il fatto che il cancello più fotografato di Lugano ha origini più meridionali. Naba svela il segreto... Se il collezionismo, di principio, è ricupero del passato attraverso oggetti e documenti di altri tempi, la filatelia si apre anche al futuro. La Posta Svizzera da tempo offre la possibilità di realizzare francobolli – webstamp – individuali. Alla fiera i visitatori possono realizzali ad esempio con un selfie scattato sul posto.



Giovani filatelici e disegnatori

Il collezionismo spesso è un'attività praticata da persone... mature. A Lugano un'importante sezione, mai proposta finora, permette a giovani e giovanissimi di esporre in compagnia di adulti senza essere vincolati da norme e regolamenti. Sono oltre venti i ragazzi (dai 6 ai 18 anni) di tutta la Svizzera che insieme a nonni, genitori e maestri parlano delle nostre montagne, di dinosauri, cani, vita nei boschi. Non è un caso che, contemporaneamente a NabaLugano2018, il vicino Museo di storia naturale presenti disegni realizzati da una classe di quarta elementare sul tema della biodiversità: disegni trasformati successivamente in… francobolli individuali. In occasione dell'esposizione filatelica, e a sottolineare l'approccio intergenerazionale, è uscito un magazine dedicato appunto ai filatelisti in erba – stamps4you – che viene proposto anche in lingua italiana. Espressione di rispetto confederale, che conferma l'orientamento interculturale della filatelia. Del resto, l'intera manifestazione sottolinea il carattere nazionale e anche la testimonianza del consigliere federale Ignazio Cassis è tenuta nelle quattro lingue nazionali. Un appuntamento da non mancare per scoprire il mondo attraverso la filatelia e per guardare il Ticino dal mondo della filatelia. Orari di apertura: giovedì, venerdì e sabato dalle 10 alle 17, domenica dalle 10 alle 15. L'entrata è gratuita. Catalogo illustrato a disposizione. Ulteriori informazioni su naba-lugano-2018.ch.

Condividi
su Facebook - su Twitter