Piccoli e preziosi

di Ivan Pedrazzi

Donata ai Civici pompieri di Lugano una splendida collezione con un centinaio di veicoli di soccorso in miniatura raccolti da Fabio Piazza.

Un regalo, inatteso e spontaneo, è doppiamente gradito, tanto più se coincide con una ricorrenza significativa. Come quello ricevuto lunedì dai pompieri di Lugano, i quali si sono visti consegnare alla caserma di Cornaredo una collezione di veicoli in miniatura di tutte le epoche e di ogni foggia. Autobotti, autoscale, fuoristrada 4x4 per la lotta agli incendi boschivi, mezzi equipaggiati per il soccorso in acqua... Un campionario davvero ampio e rappresentativo di un mondo, quello dei pompieri appunto, che negli anni ha conosciuto un'evoluzione straordinaria e il cui fascino è intramontabile. Autore di questo gesto è Fabio Piazza di Mezzovico-Vira. «Tutto è cominciato per divertimento, ai tempi in cui giocavo alle macchinine con i compagni di scuola in piazzale Milano a Lugano. Col tempo è diventata una passione». Piazza ha iniziato ad acquistare pezzi ai mercatini e nei negozi specializzati. Modellini solidi e del tutto simili a quelli effettivamente in dotazione nelle caserme dei vigili del fuoco, in quelle svizzere ma anche di Paesi stranieri. Una collezione che ha un valore storico, affettivo ed economico rilevante. Ci sono pezzi particolarmente curati per i quali Piazza ha sborsato 150 e più franchi. A casa ne conserva un migliaio, che riguardano la polizia, ma anche il mondo delle corse, in particolare della Fomula 1. «Possiedo l'intera serie delle monoposto Ferrari, prodotte dalla fine degli anni quaranta in poi». Alla caserma di Cornaredo, Fabio Piazza è stato accolto a braccia aperte dal comandante Mauro Gianinazzi, affiancato da alcuni colleghi dello Stato maggiore: Mirko Domeniconi, Fabrizio Campana, Federico Sala e Michele Fattorini.

È grazie in particolare a quest'ultimo che la donazione si è potuta realizzare. Lui e Fabio sono vicini di casa e chiacchierando del più e del meno sono arrivati sul tema del modellismo. «L'età avanza e questi non li potrò portare con me. Non vorrei che finissero in discarica, per cui ho deciso di affidarli ai Civici Pompieri di Lugano». «Sarà costruita una bacheca, che avrà un posto di riguardo in caserma, affinché tutti possano ammirarla e apprezzarla», ha promesso il comandante Gianinazzi. E poi, rivolgendosi a Fabio Piazza: «La ringrazio a nome dell'intero corpo e del capo dicastero Michele Bertini per questo dono che le fa onore. Abbiamo già una piccola collezione a cui ora si aggiunge questa. Ne avremo cura e potrà passare a vederla ogni volta che lo vorrà». Ripuliti e lucidati, i modellini fanno in effetti una bella impressione allineati uno accanto all'altro. All'occhio allenato di Gianinazzi e dei suoi collaboratori non sfuggono dettagli e finezze, che confermano l'accuratezza con cui sono stati costruiti. Alcuni sono datati e risalgono agli esordi della motorizzazione. Un regalo gradito dalla famiglia dei pompieri della Città, che si appresta a festeggiare i 165 anni di attività. E tra gli ospiti alla cena di compleanno ci sarà anche Fabio Piazza, invitato con molto piacere dal comandante in segno di gratitudine per questo sorprendente regalo. Segretario comunale in pensione, Fabio Piazza è una persona generosa e di cuore: fa parte della milizia storica cittadina, il Corpo dei Volontari Luganesi, e si mette a disposizione della Croce Rossa a titolo volontario per il servizio trasporti.

Il comandante Mauro Gianinazzi, Fabio Piazza, il vice comandante Michele Fattorini e alcuni ufficiali dello Stato Maggiore.

Condividi
su Facebook - su Twitter