Antichi ricordi

Il palo della cuccagna di Tesserete

Dopo la guerra, a Tesserete si è cominciato a organizzare il carnevale in grande stile. Si acquistò il palo della cuccagna il quale, oltre ad essere piuttosto alto, era sottile e dunque difficile da salire. Veniva piantato davanti all'Osteria Banfi (attuale Babilonia) per richiamare la gente dal centro e far lavorare anche i ristoranti situati in prossimità del ponte. Nella prima metà degli anni settanta qualcuno – non si è mai saputo chi! – ha tagliato il palo rasoterra. Più corto di circa un metro, era comunque impegnativo da scalare. A metà anni settanta fu trasferito in piazza Lepori dove rimase per una decina di anni. In seguito, per esigenze di mobilità (il pubblico occupava la strada principale), fu issato in piazza Municipio in tre punti diversi, fino all'attuale sistemazione. Depositato presso gli stabili comunali in piazza Lepori, capitò che durante il riordino del magazzino il prezioso palo della cuccagna fu involontariamente segnato ed eliminato. Si dovette sostituirlo con uno nuovo lungo ben 14 metri Nelle diverse stagioni il palo ha avuto un responsabile. Oggi e da tanti anni è Sergio Baggi, tra i cui computi figura anche la preparazione. L'asta viene infatti unta da cima e fondo con una sostanza scivolosa, che rende particolarmente ardua l'ascesa.

Risalente ai primi anni quaranta, la foto ritrae Paolino (Nino) Ardia, in vetta alla cuccagna. Sarà per lui il primo di ben 14 assalti vittoriosi consecutivi.

Matteo Besomi, Fiorenzo Ardia e un giovanissimo Oscar Croci negli anni ottanta.

In gita a Locarno per la mostra dell'artigianato


Sono stati subito svelati la destinazione e lo scopo della passeggiata scolastica a cui si riferiva la foto pubblicata su questa pagina nell'edizione dello scorso 17 febbraio. L'immagine – recuperata negli album della maestra Luciana Antonini- Bassi – ritrae allievi delle elementari di Tesserete. L'anno è stato indicato (era il 1937), mentre la località e la natura dell'escursione erano ignote. La signora Velia Scolari, di 92 anni, che risiede a Lumino e legge regolarmente la Rivista di Lugano che le passa la sorella abitante a Lugano, non ha avuto dubbi: la passeggiata scolastica era stata organizzata in occasione della prima Mostra Mercato dell'artigianato organizza in piazza Grande a Locarno nel 1937. Pare che all'evento, al quale hanno partecipato scolaresche provenienti dall'intero Ticino, fosse presente anche un consigliere federale.

Condividi
su Facebook - su Twitter